Pubblica i tuoi comunicati turistici

Se sei un hotel, una guida, un tour operator o altro operatore del settore turistico e dei viaggi, invia una mail a andreainfusino[AT]gmail.com per pubblicare i tuoi comunicati e i tuoi articoli turistici su questo sito!

venerdì 21 luglio 2017

Ryanair di nuovo a Rimini

I viaggiatori del cielo in trepida attesa ma dovranno pazientare fino al prossimo autonno per sapere le nuove rotte che Ryanair percorrerà dall'aeroporto di Rimini che sono programmate per il nuovo anno.
I nuovo collegamenti quindi scatteranno dall'autunno 2018, dopo cioè che una serie di problematiche dell'hub riminese si siano assestate.
AiRiminum, l'azenda che gestisce l'aeroporto di Rimini, ha infatti sottolineato l'importanza della notizia e l'importanza che lo scalo rappresenta come attrattore di turisti e di viaggiatori che facendo scal, fra tasse di soggiorno e concessioni, rappresentano un introito economico considerevole per le casse delle amministrazioni pubbliche. La notizia del ritorno di Ryanair, che dà respiro e un nuovo slancio all'hub, fa quindi presagire una considerevole crescita.

lunedì 17 luglio 2017

Boom turismo dei concerti

10% in più di turisti appartenenti al comparto dei viaggiatori per concerti e manifestazioni culturali in Italia.
Eventi come il concerto a Modena di Vasco rossi, o la due giorni del "The Joshua Tree Tour" di Roma, dimostrano come il turismo legato agli eventi è un settore non solo in crescita ma anche sostanziale per il paese.
Piccole e medie imprese sono coinvolte nell'accoglienza di questi turisti da concerto: grandi città come Roma, Verona, Venezia, Milano, sono al centro di questo processo di crescita, grazie all'offerta culturale sia di eventi organizzati che di beni culturali da visitare.
Crescita per tutto il settore del turismo culturale: non solo eventi e grandi città, ma anche tradizioni. corsi di cucina e turismo del vino sono in espansione e trainano il settore in Italia.

Cammini e Percorsi: nuovo bando per il turismo italiano

Il prossimo 24 luglio sarà ufficialmente lanciato il nuovo bando per il turismo, Cammini e Percorsi.
Grazie all'impegno del Mibact, Mit, Demanio e Tci, lo scopo del bando Cammini e Percorsi è quello di riqualificare una serie di beni culturali afferenti a diverse zone d'Italia.
Touring Club Italiano, Agenzia del Demanio e ministeri delle Infrastrutture e dei Beni Culturali  assegnerà infatti 46 beni pubblici in concessione gratuita alle persone con meno di 40 anni, per nove anni allo scopo di implementare un percorso di riqualificazione dei beni concessi nel bando.
Il bando Cammini e Percorsi sarà strutturato in due fasi: la prima dove viene concesso il bene per i nove anni, e una seconda fase dove i beni di maggior pregio saranno concessi per 50 anni.
Maggiori informazioni sul sito web ufficiale dell'Agenzie del Demanio: http://www.agenziademanio.it/opencms/it/ValorePaese/camminiepercorsi/

sabato 15 luglio 2017

AirB&B e le tasse: ritenuta si o no?

Quando non è necessario pagare la tassa AirB&B?
Ecco quindi il chiarimento a questo quesito che sicuramente interesserà chi entra nel mercato turistico della ricevittività come B&B.
La regola è che la ritenuta del 21% va pagata in caso di affitti brevi, cioè quelli per meno di 30 giorni. A dover pagare la ritenuta del 21% è l'intermediario: il proprietario di casa (locatario) e il turista (inquilino) sono esclusi da questa imposta.
  • Affitti brevi stipulati prima del 1° giugno. Non sono soggetti all’obbligo di ritenuta
  • Contratti stipulati direttamente dal proprietario: senza intermediario per gli affitti brevi non è necessario il versamento della ritenuta, ma il locatario dovrà espletare il pagamento della cedolare secca sulla dichiarazione dei redditi.
  • Affitti in cui l’intermediario non incassa i corrispettivi: se l'intermediario non incassa alcuna commissione o corrispettivo, per aver messo in contatto inquilino e locatore, non dovrà versare nulla. 
  • Contratti di sublocazione: sempre dall'1 giugno in poi, l'inquilino autorizzato a subaffittare dovrà versare la ritenuta d'acconto.
  • Contratti con prestazioni accessorie: sono da considerarsi affitti brevi, anche quelli dove il locatario offre dei servizi quali la pulizia dele camere e la biancheria. Nel testo di legge sono esclusi alimenti e bevande, che quindi non rientrano nel calcolo del corrispettivo di cui versare la ritenuta. Sempre considerando la data di stipula del contratto dal 1 giugno.
  • Canoni e commissioni: la ritenuta va pagata sull'intero importo del contratto di locazione e non solo sulla commissione derivante: se il contratto è da 1000 euro e la commissione è di 100 euro, il 21% si calcola sui 1000 euro, per cui 210 euro.
  • Canoni versati nel mese seguente: l'Agenzia delle Entrate afferma che la ritenuta deve essere versata “all’atto del pagamento”. Quindi se l'inquilino prenota a giugno e salda a luglio, il locatario dovrà versare la ritenuta nel mese di agosto.
  • Canoni incassati in parte al check-in: se l'intermediario incassa parte dell'importo lordo del contratto di locazione, e il resto viene riscosso dal locatario successivamente, allora la ritenuta si applica solo sull'importo versato inizialmente come acconto all'intermediario.
  • Contratti brevi registrati: la registrazione del contratto alle Entrate è facoltativa, ma ciò non esime il pagamento della ritenuta.

Il Ministro Franceschini sul sovraffollamento delle città d'arte

Fra i maggiori attrattori turistici che caratterizzano il settore italiani ricopre un ruolo importante l'arte e i beni culturali.
Per questa ragione il Ministro Dario Franceschini, durante l'incontro di presentazione del progetto wifi.italia.it, ha raccolto le istanze di quelle città d'arte italiane, come Roma, Firenza, Venezia, Napoli e Milano, che soffrono del sovraffollamento dei turisti in determinati periodo dell'anno.
In tal senso il ministro ha sottolinato infatti come strumenti a disposizione del turista, quali appunto l'app wifi.italia.it, possono guidare i flussi indicando quali sono le zone più o meno affollate, suggerendo quindi uno smistamento delle masse in modo intelligente. Questo aspetto è solo uno dei tanti che compongono il percorso e l'esperienza del turista nelle città d'arte italiane.

venerdì 14 luglio 2017

EasyJet apre in Austria dopo la Brexit

Causa effetto Brexit, la compagnia di turismo e volo EasyJet ha comunicato l'apertura di una sede a Vienna, in Austria.
Pur mantenendo il quartier generale in Inghilterra, EasyJet ha deciso di aprire una sede in Austria per tutelare i diritti all'interno della comunità europea. I vertici della compagnia di volo hanno annunciato che hanno tutta l'intenzione di confermare la sede Austriaca, e sono in attesa delle conferme e delle autorizzazioni del caso.
Saranno così tutelati i turisti in volo nell'aviospazio europeo con i servizi e i diritti del caso, nonchè adeguandosi alle norme vigenti. La scelta dell'Austria da parte di EasyJet, conclude la compagnia, è stata fatta a fronte dell'affidabilità e professionalità da sempre dimostrate nelle questioni austriache e che dovrebbero essere una garanzia per la compagnia stessa.

giovedì 13 luglio 2017

Progetto wifi.italia.it per la connettività gratis

Il progetto è molto ambizioso, ma merita tutti gli onori della cronaca e una certa attenzione. Wifi.italia.it è il progetto che attraverso un'app mobile consente ai cittadini di potersi collegare ad internet tramite delle wifi gratuite, su tutto il territorio nazionale.
L'app, disponibile per Android e iOS, consentirà numerosi vantaggi e in primis la connettività al turista: l'accesso alla rete nel settore turistico è di fondamentale importanza per la scoperta di punti di interesse, musei o strutture ricettive. Così come orientarsi anche con la lingua con traduttori online e poter raggiungere presidi sanitari o di sicurezza in caso di necessità.
Dario Franceschini, ministro dei Beni Culturali e Turismo, haparlato del progetto wifi.italia.it con molto entusiasmo e offrendo prospettive molto incoraggianti.
Benchè ancora emergente, infatti conta ancora poche installazioni e pochi punti di connettività, la promessa di wifi.italia.it è molto importante e potrebbe rappresentare un'arma importante per il turismo italiano.